Hot Image Slider

architettura

      Il complesso conventuale di Santa Maria dei Lattani a Roccamonfina è stato oggetto nel corso di oltre cinque secoli di numerosi interventi di ampliamento, ristrutturazione e restauro, sicchè appare oggi riccamente stratificato, sottolineando le diverse fasi costruttive in relazione ai periodi di maggiore floridità economica del santuario.

La presenza,in tutto il complesso, di un apparato decorativo particolarmente ricco, riconducibile in massima parte, soprattutto per quanto riguarda gli elementi scultorei, al periodo durazzesco e aragonese del Regno di Napoli, evidenzia il lavoro di una classe di lapicidi abili nel taglio e nella cesellatura della pietra.

La provenienza dei materiali lapidei utilizzati nelle decorazioni è circoscivibile all'areale limitrofo al cratere del vulcano spento di Roccamonfina, con varianti secondo le varie localizzazioni delle coltivazioni e delle cave. In particolare sono utilizzati i tufi giallo e grigio e le lave: i primi anche come parametri murari, le seconde in massima parte per gli apparati decorativi.

SantuarioLattani.it