Hot Image Slider

iconaBeataVergine

La scultura, realizzata su un monolico lavico di colore grigio chiaro (la figura della Vergine è stata colorata nel secolo XVII),alta poco più di un metro, del peso di circa tre quintali.            

Scolpita probabilmente da uno scalpellino locale prima dell'anno mille, venne nascosta su questo monte al tempo della persecuzione iconoclasta, durata dal 713 all'843, per evitarne la distruzione.              

La statua presenta la Vergine in trono, con veste rossa e manto azzurro, che regge il Bambino, raffigurato originariamente nella sua nudità, che reca nella mano sinistra un globo sormontato dalla croce polare e nella destra una colomba.L'abito della Vergine, con cintola molto alta, sembrerebbe una gamurra, un tipo di veste femminile in uso nei secoli XIV e XV, che potrebbe fornire un indizio per la cronologia della scultura che, secondo la tradizione, fu ritrovata tra la fine del 1429 e gli inizi del 1430, periodo a cui si lega tradizionalmente anche la fondazione del Santuario.     Sulla nicchia della Madonna, una lapide ricorda le grazie ottenute per intercessione di Maria e i suoi Titoli di Gloria.

 

In italiano dice:

IL PIO PELLEGRINO CHE BRAMI FIUMI DI LATTE              

SORGANTI DAL CIELO,ASCENDA QUESTA PRODIGIOSA MONTAGNA DEI LATTANI POICHE' LA REGINA CHE GODE AL DI SOPRA DEGLI ANGELI QUI CHIEDE IL SUO CULTO, QUI PORGE IL SUO TURGIDO SENO.              

ELLA E' LA FIGLIA, SPOSA, MADRE DI DIO E FLORIDA VERGINE. CHE COSA NON OTTERRA' CHI LA INVOCA DI CUORE?              

ANNO DEL SIGNORE 1586

SantuarioLattani.it